L’arrivederci di Grigny alla Val Leogra

Settembre 4, 2011 0 Di wp_1026259

Giornale di Vicenza online

Rinsaldata l’amicizia con la città transalpina dopo le iniziative culturali, fra cui l’omaggio a Sidney Bechet

La delegazione francese guidata dal vicesindaco è ripartita con la promessa di ripetere l’esperienza. La città saluta la delegazione proveniente da Grigny ospitata in città per qualche settimana. Non è certo un addio, ma un arrivederci, in attesa delle prossime iniziative che verranno proposte dall’associazione “Amici di Schio-Grigny”.
Oltre alla cerimonia ufficiale per l’inaugurazione della “Galleria Grigny” in piazza Rossi, hanno riscosso un grande successo anche la rassegna “Sidney Bechet. Un americano a Grigny”, organizzata in collaborazione con l’associazione francese “L’Orme du Bout di Grigny” nell’ambito della quale è stata allestita una mostra fotografica dedicata alla vita e alle opere del grande clarinettista di New Orleans che visse a Grigny, e uno spettacolo con video e brani musicali del musicista.
«Siamo fieri ed onorati per questi gesti di vicinanza che ricordano la nostra amicizia – ha dichiarato il vicesindaco francese Elisabeth Eté – Anche a Grigny la memoria di questo rapporto viene mantenuta viva attraverso varie iniziative e anche all’intitolazione di quattro strade: “Rue des Carriers Italiens”, “Rue de Schio”, “Rue de Posina” e “Rue Monte Pasubio”».

L’amicizia tra le due città, coltivata da una quindicina d’anni grazie al lavoro dell’associazione e dell’instancabile Annalisa Marsilio, scledense nata a Grigny, affonda le sue radici nella storia dei tanti emigranti partiti nella prima metà del ‘900 dalla Val Leogra.