Federico – S.M.S. “F.Bassani – A. Ferrarin” Thiene (VI)

Febbraio 21, 2011 0 Di wp_1026259

FEDERICO – classe 2^H – 21 febbraio 2011

 

Scrivi una relazione sul lavoro e la vita dei nostri emigranti a Grigny, in Francia, tra la fine dell‘800 e i primi decenni del ‘900

Nel pomeriggio di giovedì 17 febbraio 2011, abbiamo incontrato le signore Annalisa e Daniela dell’ ”Associazione Schio-Grigny”. Le abbiamo incontrate per il fatto che stiamo studiando l’Europa Occidentale, ma anche perché volevamo approfondire la conoscenza dei nostri avi.

Prima della visualizzazione delle diapositive c’è stata una breve premessa: dato che Parigi era stata distrutta dalla Guerra Franco-Prussiana (1870), la città doveva essere ricostruita e Napoleone incaricò Haussmann di riprogettarla completamente.

Dopo questa premessa abbiamo cominciato a vedere le diapositive. Nella prima parte si vedeva l’estrazione della pietra molare (pietra composta di carbonio, quarzite e una piccola percentuale di silicio). La pietra veniva estratta o a colpi di piccone o con la dinamite (ad alto potenziale, data la compattezza della pietra) e poi veniva lavorata a mano da degli uomini più vecchi.

Va detto anche, dato il fatto che nella Guerra Franco-Prussiana erano morte migliaia di giovani, che c’era bisogno di manodopera e un industriale italiano, Picchetto (Piketty alla francese), reclutò lavoratori nella valle dell’Alto Astico e nell’Alto Vicentino.

Le condizioni di lavoro degli Italiani erano molto disdicevoli, non erano abbigliati adeguatamente (camicia, pantaloni di velluto, senza calzature adeguate e senza casco protettivo) ed erano sempre al bagnato (per via della natura argillosa del terreno).

Ma per fortuna degli operai le cose cambiarono. Piketty, infatti, costruì una pompa che prosciugava le trincee bagnate, una ferrovia per il trasporto delle pietre ed un efficiente trasporto fluviale.

La paga era consegnata ogni 15 giorni e naturalmente metà era inviata ai parenti che stavano a casa.

La festa era principalmente alla domenica e ogni volta che si veniva pagati.

L’incontro è stato interessantissimo.